Lario Eventi.
Venerdì 9 giugno, con la presenza del Sottosegretario al Ministero dei Beni Culturali, On. Ilaria Borletti Buitoni, sarà inaugurata a Villa Carlotta, che quest’anno celebra i suoi 90 anni di fondazione, la mostra “Alla ricerca dei suoni perduti”, una preziosa raccolta di antichi strumenti musicali della collezione di Fernanda Giulini 
La prestigiosa mostra, in programma fino al 30 luglio, si inserisce nella rassegna “I Suoni Ritrovati”, progettata stata ideata dopo il restauro della culla del piccolo duca Giorgio II. In questo prezioso manufatto è stato ritrovato un carillon, da qui è nata l’idea di far risuonare nella Villa le melodie dei più famosi musicisti che hanno frequentato il Lago di Como nei secoli scorsi attraverso antichi strumenti musicali.
La collezione di Fernanda Giulini, per la prima volta esposta sul Lago di Como in Tremezzina, è un alto esempio del connubio tra arte e musica, per la preziosa manifattura degli strumenti musicali e le opere d’arte presenti nelle collezioni di Villa Carlotta. 
Nel suggestivo spazio museale della galleria, la più importante tra tutte quelle del Lago di Como, e nelle sale adiacenti saranno esposti fortepiani a coda e a tavolo che evidenziano il legame con i grandi artisti la cui presenza sul Lago di Como è stata particolarmente significativa: Verdi, Rossini, Bellini e Liszt. Di grande impatto è il fortepiano “da boudoir” esposto nella stanza della principessa Carlotta, quasi a rievocare la sua passione per la musica.  I visitatori, inoltre, potranno ammirare le bellissime ed eleganti arpe del Settecento che ricordano la storia di Maria Antonietta, musicista raffinata ed esecutrice di arpa, e quelle dell’Ottocento che riprendono nella decorazione la campagna d’Egitto di Napoleone.
Non mancheranno i salteri, strumenti rari per la loro soavità, utilizzati per accompagnare le danze e spesso rappresentati accanto agli angeli nelle decorazioni. 
Completano la mostra, introvabili messali romani con testi dedicati al canto liturgico. 
Per vivere al meglio l’esperienza, le sale saranno animate dai suoni di tutti gli strumenti esposti, e in due particolari giornate, il 1° e il 23 luglio, in cui gli strumenti riprenderanno vita con l’esecuzione dal vivo di musiche d’epoca
Redazione
Per informazioni
Sito Web:  www.villacarlatta.it