Lario News.
Parlando di Arte della Miscelazione in quel di Como…
Al numero 16 di via Filippo Juvara, a due minuti a piedi da Piazza Volta, ha riaperto lo storico locale comasco Hemingway, ritrovo negli anni ’80 per chi amava “ber bene”.
Omar Vesentini, lecchese, adotatto comasco ormai da più di dieci anni, passando una mattina in via Filippo Juvara, ha un’intuizione. Legge il cartello “Affittasi” e l’idea di aprire un suo locale in centro a Como prende forma nella sua mente.
Ed è così che dopo qualche mese, a Gennaio 2018, apre Hemingway Cocktailbar Como proprio tra le mura dello storico bar Hemingway.

Nasce così il “bar” di Omar. Ispirato al celebre scrittore e giornalista Ernest Miller Hemingway, Omar ha dato vita a un nuovo ritrovo in città. Un locale aperto dalle 17.00 a tarda serata. Un bar come luogo di incontro e di socializzazione. Uno spazio in cui star bene, rilassarsi, chiaccherare con gli amici e trascorrere qualche ora in allegria.

 

HEMINGWAY COCKTAILBAR A COMO_ LAKECOMO

bartender omar visentini

 

Un bar dalle atmosfere retrò che richiamano gli anni’ 80 attraverso il bancone rimasto intatto, i lampadari ed alcuni arredi in legno. Un tocco contemporaneo grazie alla mano di Roberta, architetto e compagna di Omar, che tra sedute di design e oggetti minimal, è riuscita a dare un nuovo volto al celebre bar comasco.
Atmosfere calde ed accoglienti proprio come un “salotto di casa”. Un mix tra passato e presente e uno sguardo al futuro. Nulla di ostentato e modaiolo. Semplicità, essenzialità e concretezza.
Ed è proprio la parola “classicità” che Omar mi ripete spesso durante la nostra chiaccherata. Un ritorno ai cocktail tradizionali, quelli che hanno fatto la storia della miscelazione.
Ripercorrendo la passione di Ernest Miller Hemingay per  l’ arte della miscelazione, Omar ha creato una lista di drink a lui dedicata.
Eh sì perché il celebre scrittore amava bere, soprattutto ottimi cocktail. Amava il Daiquiri e il Mojito che si gustava durante le sue lunghe notti all’Havana.
Lo scrittore, nei suoi racconti, descriveva i piaceri o gli effetti del bere. La sua era proprio una passione!
C’è un bellissimo libro scritto da Craig Boreth dal titolo “A tavola con Hemingway“, edito da Castelvecchi Ultra, che è una vera biografia culinaria, tra gusto e letteratura, che raccoglie più di cento ricette, molte delle quali originali.
Craig Boreth, in questo magnifico volume, ripercorre le orme di Hemingway e dei suoi apertissimi gusti…soffermandosi in particolare sulle ricette dei drink legate al periodo in cui lo scrittore statunitense soggiornò a Cuba.
I drink to make other people more interesting”  E. Hemingway

 

mixology a como

arte della miscelazione como

 

Bere bene, in totale relax, in un ambiente accogliente come il salotto di casa è la filosofia di Hemingway Cocktail Bar Como. Un aperitivo con finger food e sfiziosità, veloci e leggere, preparate dalla cucina. Un drink afterdinner in compagnia di amici, tra chiacchere e sorrisi.

Omar Vesentini, con il suo staff di giovani bartender, ti aspetta per raccontarti la sua storia e la sua idea di “bartendering” attraverso cocktail che si esprimono nella gestualità antica dell’arte della miscelazione. Anni ’20 e anni ’30 quando si inizia a parlare di cocktail durante il Proibizionismo. Ma possiamo fare un salto indietro nella storia fino agli antichi romani che durante il loro aperitivo bevevano l’idromele, vino cotto e mescolato con il miele… La storia della miscelazione è antica e di esempi se ne potrebbero trovare tantissimi…
Oggi, per me, un buon bartender è colui che compone un drink, creato su misura e dedicato al suo cliente che siede al bancone del bar. E’ storia, è gesto, è racconto, è gusto.
E’ dialogo tra chi sta dietro il bancone e chi siede dall’altra parte… E’ alchimia dei sensi.

Enjoy & Drink Good !

 

Sara Biondi

 

 

Servizio fotografico a cura di ARTISTI NATI PHOTOPGRAPY per LARIO STYLE MAG
Vietato l’utilizzo senza autorizzazione

cocktailbar como _ hemingway

locali Como