Oltre il Lario.
Il M.a.x. museo di Chiasso ospita una mostra, fino 24 settembre 2017, che celebra, a cento anni dalla fondazione, la storia grafica e comunicativa della Rinascente di Milano: fin dagli esordi un vero e proprio laboratorio di sperimentazione per la storia della grafica e del design.

L’esposizione racconta un secolo di comunicazione d’impresa sempre sorprendente e all’avanguardia grazie a tantissimi collaboratori, oggi considerati maestri nel campo della grafica, della pubblicità e del design, che hanno saputo tradurre e interpretare la ricercata eleganza, ma anche la grande diffusione dei prodotti rivolti verso l’ampio mercato: Marcello Dudovich, Max Huber, Albe Steiner, Lora Lamm, Gio Ponti, Giancarlo Iliprandi, Brunetta Mateldi Moretti, Pegge Hopper, Roberto Maderna, Roberto Sambonet, Massimo Vignelli, Bob e Ornella Noorda, Aoi Huber Kono, Heinz Waibl, Salvatore Gregorietti, Giovanna Graf, Bruno Munari, Franco e Jeanne Grignani, Italo Lupi, Carlo Pagani, Giancarlo Ortelli, Richard Sapper, Mario Bellini e molti altri, ma anche fotografi come Aldo Ballo, Ugo Mulas, Serge Libiszewski, William Klein e Oliviero Toscani.

In mostra oltre 500 materiali, fra cui manifesti anche di grandi dimensioni, pubblicità, calendari, cartoline, carte da imballo, cataloghi, inviti, insegne, logotipi, listini, borse per la vendita, bozzetti, prototipi, oggetti, fotografie e pubblicazioni: donne esili e raffinate con la sciarpa che prende il volo insieme alle valigie o in barca a godersi il sole, bambini che dormono e si immaginano trenini e cavalli a dondolo che corrono fuori dalla Rinascente, scale mobili che si rincorrono, pesci azzurri che fanno il girotondo o ancora Babbo Natale che si affaccia da un sacco pieno di doni.

In contemporanea, con progetto complementare, a Palazzo Reale di Milano, nell’Appartamento del Principe, si terrà “lR100. RINASCENTE. Stories of innovation” (24 maggio–24 settembre 2017) incentrata sulla storia dei grandi magazzini.

 

 

 

 

Redazione

 

 

 

Per informazioni
Sito Web: http://www.centroculturalechiasso.ch/m-a-x-museo/