Nero di Como, la storia del liquore del Lago di Como.
I sapori del lago e i profumi di spezie esotiche sconosciute. Dalla loro unione è nato il Nero di Como.
“Tutto ebbe inizio con la curiosità e l’intuito di un imprenditore comasco che fece la sua fortuna all’epoca dei grandi commerci con le colonie oltremare. Era un viaggiatore del mondo sempre alla ricerca di prodotti pregiati, come caffè, the, spezie, cacao e zucchero, da offrire ai suoi prestigiosi clienti. Quando tornava dai viaggi riapriva agli amici i saloni della sua villa sul lago di Como e ogni sera dava vita a sfarzosi ricevimenti che duravano anche tutta la notte, con musica e risate che riecheggiavano fino all’alba nella grande villa.
Il padrone di casa amava condividere con gli invitati i nuovi sapori e i profumi lontani che scopriva.”
Durante una delle sue feste sul Lago di Como al miglior rum caraibico invecchiato vennero aggiunti una pregiata liquirizia calabrese e miele dei monti del lago.
1_lake_como

 

Nacque così il Nero di Como, un liquore armonico, scuro e misterioso come una notte senza luna. Un liquore unico, denso, dall’armonica intensità che conquista il palato.
È il risultato della continua selezione dei migliori rum invecchiati, coniugata all’attenta ricerca del miele del Lario.
E poi il vero segreto: la delicata e lunga macerazione dei bastoncini di liquirizia calabra nel rum, che dura per un tempo ben preciso e regala al liquore un’aroma unico e prezioso.

Il gusto intenso di un denso nettare di liquirizia artigianale, il carattere e la finezza del rum invecchiato, la dolcezza del miele…